La legalità a scuola

Prendendo spunto da un estratto dal romanzo per ragazzi “Per questo mi chiamo Giovanni” di Luigi Garlando e per ricordare l’importanza della giornata della legalità che ogni 23 maggio viene celebrata in Italia, la classe 4B ha usato il cerchio delle parole per riflettere sulla storia dei magistrati Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Il simbolo di questa lezione è stato l’albero Falcone che, intitolato alla memoria del giudice, è oggi anche una metafora di speranza per tutti coloro che credono che un mondo migliore si possa costruire e che il primo passo dipenda solo dalle nostre idee e dalle nostre azioni. I bambini hanno riflettuto sul motto “l’unione fa la forza” per cercare di immaginare come si possa lottare contro l’ingiustizia e per dimostrare che è vero, come sosteneva Giovanni Falcone che “gli uomini passano ma le idee restano e continueranno a camminare sulle gambe di altri uomini.”

Maestra Elisa Insegnante di Italiano G4b